ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

E' morto Mstislav Rostropovich, mitico violoncellista , nemico del regime comunista

Lettura in corso:

E' morto Mstislav Rostropovich, mitico violoncellista , nemico del regime comunista

Dimensioni di testo Aa Aa

Violoncellista leggendario, direttore d’orchestra di fama mondiale, uomo legato a doppio filo alla storia del Novecento. Mstislav Rostropovich è morto a Mosca all’età di 80 anni. Era da tempo malato di cancro al fegato. La sua non è soltanto la scomparsa di un interprete di qualità superiore, ma anche quella di un simbolo dell’opposizione all’ex regime comunista.

Formatosi a Mosca, lasciò volontariamente l’unione sovietica nel 1974, in opposizione al regime comunista. Che 4 anni dopo gli revocò la cittadinanza. Sostenitore dell’arte oltre le frontiere, della libertà d’espressione e dei valori democratici, pagò fra l’altro, la grande amicizia con lo scrittore dissidente Aleksandr Sol~enicyn.

Un’epoca che simbolicamente era già stata chiusa esattamente un mese fa, quando in occasione del suo compleanno, il musicista era stato onorato dal Presidente russo Vladimir Putin.

La sua è una carriera ai massimi livelli. Caso raro di musicista classico che resterà nella memoria anche del grande pubblico: l’11 novembre 1989, quando cadeva il muro di Berlino, si esibì fra la gente, interpretando la suite per violoncello numero 1 di J.S. Bach.