ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Crisi Estonia-Russia: il presidente del senato russo chiede l'interruzione delle relazioni diplomatiche

Lettura in corso:

Crisi Estonia-Russia: il presidente del senato russo chiede l'interruzione delle relazioni diplomatiche

Dimensioni di testo Aa Aa

Il governo estone ha tenuto una riunione di crisi. Prima decisione: quella di trasferire temporaneamente il Soldato di bronzo in un luogo segreto, diverso da quello previsto. Nelle ultime ore si è parlato anche di un possibile decreto di coprifuoco per scongiurare una nuova notte di violenze. Per il momento, però, non ci sono conferme e il primo ministro estone Andrus Ansip preferisce indossare il guanto di velluto:

“Non è ragionevole per un giovane rischiare 5 anni di carcere. E’ più ragionevole starsene a casa e non cedere alle provocazioni”.

Nella piazza al centro di Tallin, al posto del monumento c‘è ora un buco coperto da una tenda. Si faranno degli scavi perché si dice che là riposino le spoglie di soldati morti in battaglia.

Il presidente estone Toomas Hendrik-Ilves ha definito chi ha partecipato alle manifestazioni di ieri dei criminali che non hanno nulla a che vedere con il rispetto che si deve alla memoria dei morti: “Non erano uniti dalla nazionalità – ha detto il presidente – ma solo dalla volontà di menare le mani”.

Dal lato russo si sentono rumori di sciabole. Il presidente del senato Serguei Mironov ha proposto di chiedere al presidente russo Putin di interrompere le relazioni diplomatiche con l’Estonia, in nome dell’onore degli uomini che fermarono i nazisti: “Ne abbiamo abbastanza di chi infanga la vittoria della Seconda guerra mondiale” ha detto Mironov.

Putin non si è ancora espresso. Il movimento giovanile che si rifà al suo partito politico, però, ha manifestato davanti all’ambasciata estone di Mosca.