ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Francia, Sarkozy e Royal a caccia dei voti dei moderati

Lettura in corso:

Francia, Sarkozy e Royal a caccia dei voti dei moderati

Dimensioni di testo Aa Aa

Neanche un giorno di riposo per i due sfidanti alla presidenza della repubblica francese. Nicholas Sarkozy e Segolene Royal si sono dati battaglia a distanza, per attrarre gli elettori che al primo turno hanno votato per il centrista Francois Bayrou. Da Digione, roccaforte socialista, il candidato della destra si è detto pronto ad accogliere nuovi compagni di viaggio, pur escludendo di voler mercanteggiare a fini elettorali. “Stiamo per eleggere il presidente di tutti i francesi e non solo della destra o della sinistra – ha detto Sarkozy. La repubblica siamo tutti noi. E’ il contrario del settarismo”.

Gli ha risposto da Valenza, nella regione della Drome, la candidata socialista, secondo la quale Sarkozy non è l’uomo del cambiamento, come cerca di proporsi, bensì un esponente della maggioranza uscente e quindi responsabile dei problemi del paese. “Ringrazio i nove milioni di elettori che mi hanno dato fiducia al primo turno – ha detto Royal – perchè con i loro voti hanno lavato l’affronto del 21 aprile 2002”. Un riferimento alle precedenti elezioni presidenziali, quando la bassa affluenza alle urne fu tra i fattori che determinarono l’esclusione del socialista Lionel Jospin dal ballottaggio, a beneficio del candidato dell’estrema destra Jean Marie Le Pen, poi battuto da Jacques Chirac.