ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ecuador: tensione dopo reintegro parlamentari destituiti

Lettura in corso:

Ecuador: tensione dopo reintegro parlamentari destituiti

Dimensioni di testo Aa Aa

Sale la tensione in Ecuador, dopo che il Tribunale Costituzionale ha reintegrato gran parte dei 57 parlamentari destituiti all’inizio di aprile. Il gruppo si era opposto al referendum indetto dal presidente Rafael Correa per una Assemblea Costituente incaricata di riscrivere la Costituzione. La reazione delle forze vicine al capo dello stato non si è fatta attendere, con l’irruzione nella sala del Consiglio del Tribunale Costituzionale per protestare contro la sentenza del suo presidente.

E per Rafael Correa, alleato del presidente venezuelano Hugo Chavez, non c‘è spazio per le trattative. Così il suo commento alla vicenda: “Se domani questi signori vorranno contiuare a corrodere il Paese ed entrare in Congresso con le loro bravate, allora le forze dell’ordine dovranno applicare la legge e punirli. Se turbano l’ordine pubblico, li manderemo in prigione.
Ricordate, non sono più legislatori, piuttosto sono comuni cittadini e noi non permetteremo alcun tipo di insulto”.

All’origine dello scontro, la decisione di indire il referendum, che aveva scatenato l’opposizione dei parlamentari poi destituiti. Grazie a questo elemento, la consultazione si era potuta svolgere il 15 aprile scorso, con una schiacciante vittoria del sì.