ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Tra nostalgia e critiche i moscoviti ricordano Eltsin

Lettura in corso:

Tra nostalgia e critiche i moscoviti ricordano Eltsin

Dimensioni di testo Aa Aa

Di fronte alla morte di Boris Eltsin, uno dei protagonisti del crollo dell’Unione Sovietica, la reazione di tanti moscoviti è nostalgica, pur senza dimenticare le pagine nere della sua storia. “Era parte della nostra vita. Sono sinceramente dispiaciuto, dal profondo del mio cuore. Le sue azioni sono state a volte controverse, ma penso che abbia fatto più bene che male”. “La mia reazione? E’ triste, era un brav’uomo. Ha fatto molto per la Russia, anche se non è sempre riuscito a fare bene tutto quello che voleva… E’ un giorno molto triste”.

L’analista Pavel Felgenhauer sottolinea le responsabilità dell’ex presidente, e le gravi crisi che hanno segnato il suo turbolento decennio al potere. “Molti ricorderanno Eltsin per gli sregolati anni 90, per i problemi e la crisi economica, per l’inflazione galoppante, per le crisi finanziarie – per gli oligarchi che hanno fatto la Russia a brandelli. E, certo, Eltsin ha iniziato la prima guerra cecena, e in realtà anche la seconda è iniziata quando lui era presidente”.