ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Sunniti in piazza contro il muro di Baghdad

Lettura in corso:

Sunniti in piazza contro il muro di Baghdad

Dimensioni di testo Aa Aa

“No” al muro di Baghdad: lo hanno detto migliaia di residenti dell’enclave sunnita di Adamiya, per protestare contro la costruzione di una barriera che li dovrebbe proteggere, separandoli dai quartieri sciiti della capitale. Il muro, un nuovo tentativo statunitense di arginare le violenze, è stato criticato dal Cairo anche dal premier iracheno Nuri Al Maliki, che ha chiesto di bloccare i lavori.

Alcuni residenti sunniti protestano: “Chiediamo di abbattere il muro di Adamhiya, vogliamo tornare alla vita normale”. “Non serve un muro, gli Stati Uniti vogliono creare il conflitto: non c‘è differenza tra sunniti e sciiti, siamo tutti iracheni e musulmani”.

L’ambasciatore statunitense Ryan Croker ha dichiarato che intende rispettare la volontà del governo iracheno. Ma sulla fine o il proseguimento dei lavori si sono assommate dichiarazioni differenti e contraddittorie, sia da parte irachena che statunitense. La barriera, 5 chilometri di cemento, è stata già in parte realizzata, i lavori sono iniziati da due settimane.