ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Da maggio il Montenegro nel Consiglio d'Europa

Lettura in corso:

Da maggio il Montenegro nel Consiglio d'Europa

Dimensioni di testo Aa Aa

Fra meno di un mese saranno 47 le bandiere che sventoleranno sul Consiglio d’Europa. Il Montenegro l’11 maggio aderirà all’organismo internazionale di difesa della democrazia e dei diritti umani.

È l’assemblea parlamentare del Consiglio di Strasburgo ad aver dato il via libera, in un rapporto che raccomanda al Comitato dei ministri l’adesione della piccola repubblica balcanica.

Il testo mette in evidenza i progressi fatti dal Montenegro. Ma è necessario continuare nel processo di riforma, soprattutto costituzionale, spiega il relatore Jean-Charles Gardetto: “Per esempio, in Montenegro i giudici sono eletti da un organo a sua volta eletto dal parlamento, organo che propone al parlamento la nomina dei giudici, mentre un altro organo propone la nomina dei procuratori, anch’essi eletti dal parlamento. Insomma, c‘è una connotazione politica molto forte”.

La garanzia dell’indipendenza dell’apparato giudiziario è uno dei sette punti che il rapporto chiede al Montenegro di rispettare nella nuova costituzione, che dovrebbe essere approvata entro giugno.
Il Montenegro ha presentato domanda di adesione al Consiglio d’Europa il 6 giugno 2006, tre giorni dopo la dichiarazione d’indipendenza dalla Serbia.