ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La sterlina ai livelli di 15 anni fa sul dollaro

Lettura in corso:

La sterlina ai livelli di 15 anni fa sul dollaro

Dimensioni di testo Aa Aa

La sterlina supera la soglia di due dollari: non succedeva da 15 anni. A trascinare al rialzo la valuta di sua maestà britannica sul dollaro, che tra l’altro continua a essere molto debole nei confronti dell’euro, è stato il dato relativo all’inflazione. A marzo il costo della vita per i sudditi della Regina Elisabetta ha fatto un mega balzo: piu’ del 3% su base annua solo nel mese di marzo.
Un aumento che preoccupa e non poco il vertice della Bank of England al punto che il govenatore dell’istituto di emissione ha scritto una lettera al cancelliere dello Scacchiere per saperne di piu circa la crescita anomala dei prezzi.

Il mercato si aspetta un’ulteriore stretta creditizia nella prossima riunione del comitato monetario. I dati macroeconomici della Gran Bretagna sono tutti ampiamente positivi: la crescita del prodotto interno lordo è del 2,9%, una delle piu’ alte in tutta Europa, mentre il costo del denaro, pari al 5,25%, è assieme a quello americano il piu’ elevato dei paesi piu’ industrializzati.

Bisogna dunque tornare a settembre del 1992 per trovare la sterlina cosi debole: allora era stata la speculazione guidata da Geoge Soros ad affossare la valuta britannica spingendola fuori dello Sme, il sistema monetario europeo. Oggi se il contesto monetario è radicalmente diverso, quello del’inflazione non è certo cambiato: bastai pensare che un costo della vita cosi elevato non lo si registrava da dieci anni