ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Assemblea fiume per Telecom Italia


società

Assemblea fiume per Telecom Italia

Un’assemblea molto affollata quella di Telecom Italia a Milano. Dopo le dimissioni del presidente Guido Rossi gli azionisti sono chiamati ad eleggere il nuovo consiglio d’amministrazione e all’approvazione del bilancio. Tra gli azionisti una vecchia conoscenza Beppe Grillo: “Il bilancio è un vero e proprio trattato di neuro-psichiatria: una cosa meravigliosa: hanno venduto tutta l’impresa.”

Quanto ai veri motivi della vendita della quota di controllo di Telecom Italia l’argomento è tabu, almeno in assemblea. Va da sè che dopo la decisione di Pirelli di mettere in vendita la quota detenuta in Olimpia i pretendenti non mancano: dagli americani di At&T ai messivani di America Movil fino ai francesi di France Télécom. Tutti stranieri.

Un’eventualità che non piace affatto ai rappresentanti sindacali come sottolinea questo rappresentante. “Quello che chiediamo è che Telecom sia venduta come uno spezzatino, e che l’intera rete di comunicazione resti in Italia.” Un’eventualità quest’ultima alla quale sarebbe interessata anche la grande banca Intesa San Paolo. Secondo l’amministratore delegato del gruppo Corrado Passera non sarebbe la primaa volta che una banca interviene in una grande azienda.

Storie correlate:

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

società

Giro di vite etico per i petrodollari norvegesi