ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Per i Balcani l'Europa è a portata di mano

Lettura in corso:

Per i Balcani l'Europa è a portata di mano

Dimensioni di testo Aa Aa

Per i cittadini dei paesi dei Balcani occidentali entrare in Europa sarà piú facile e meno costoso. Nel corso dell’incontro a Zagabria tra i ministri degli interni e della giustizia del Patto di stabilità per l’Europa del Sudest e il vicepresidente della Commissione europea Franco Frattini è stato firmato un accordo preliminare.

“É il primo passo per la liberalizzazione dell’ingresso dei cittadini dei Balcani dell’Ovest in Europa”.

Per il momento l’intesa è stata sottoscritta dall’Unione europea con quattro stati: Albania, Bosnia-Herzegovina, Montenegro e Macedonia. L’accordo prevede che giornalisti, uomini d’affari e studenti possano entrare nei paesi dell’Unione senza bisogno di visti. Per le altre categorie il prezzo del lasciapassare è mantenuto a 35 euro anzichè aumentato a 60 come per gli stati esclusi dall’intesa. L’accordo dovrà ora essere ratificato da ciascuno stato.

Frattini ha approfittato dell’occasione per rivolgere alla classe politica dell’area balcanica un invito a lottare contro la corruzione, considerata la vera piaga della regione.