ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Guerriglia urbana nella Chinatown meneghina

Lettura in corso:

Guerriglia urbana nella Chinatown meneghina

Dimensioni di testo Aa Aa

Sarebbe stata una comune contravvenzione a scatenare la rivolta nel quartiere cinese di Milano. La dinamica dei fatti resta confusa. All’origine c‘è una cinese fermata dai vigili per una contravvenzione. La donna si sarebbe ribellata o, secondo un’altra versione, avrebbe aggredito in un secondo momento una dei vigili che l’hanno multata, provocando la reazione di alcuni connazionali venuti a darle manforte.

Un primo bilancio è di cinque feriti tra i manifestanti, e, stando alle cifre fornite dal vice sindaco Riccardo De Corato, 14 tra i vigili.

Gli scontri si sono poi trasformati in protesta, con tanto di bandiere della Repubblica popolare cinese.

I residenti della zona Paolo Sarpi denunciano infatti pressioni continue, con multe e controlli delle forze dell’ordine, da un paio di mesi.