ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Slitta la decisione della corte costituzionale ucraina sulle elezioni

Lettura in corso:

Slitta la decisione della corte costituzionale ucraina sulle elezioni

Dimensioni di testo Aa Aa

Gli ucraini filo-occidentali hanno promesso che da oggi in poi tingeranno sempre più di giallo le piazze, finora quasi monopolizzate dalla maggioranza fedele al primo ministro Yanucovich.

Al termine di un incontro con i partiti dell’opposizione, che lo sostengono, il presidente della repubblica Viktor Yushchenko ieri ha ribadito che non annullerà le elezioni legislative anticipate anche se ha detto di esser disponibile a un compromesso sulla data del voto, che aveva inizialmente fissato per il 27 maggio.

La sua alleata Yulia Tymoshenko è invece dell’idea di non concedere nulla ai filo-russi, che non vogliono tornare alle urne per non rischiare di perdere la loro attuale maggioranza parlamentare. “E’ praticamente impossibile rimandare le elezioni – ha detto Tymoshenko – La Costituzione prevede che si tengano entro 60 giorni dallo scioglimento del Parlamento”.

La Corte costituzionale, che doveva valutare oggi se la decisione di Yushchenko di sciogliere l’assemblea era legittima o no, ha rimandato tutto alla prossima settimana. Cinque giudici hanno infatti denunciato pressioni eccessive da parte dei filo-Yanucovich e hanno chiesto un rafforzamento della scorta.