ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Al francese Pinault il marchio tedesco Puma

Lettura in corso:

Al francese Pinault il marchio tedesco Puma

Dimensioni di testo Aa Aa

François Pinault, uno dei leader francesi nel lusso, ha deciso di cambiare registro. Il gruppo del’uomo d’affari e mecenete transalpino, è suo Palazzo Grassi a Venezia, ha acquistato il 27% di Puma, azienda tedesca di abbigliamento sportivo, con consegunte lancio di un’opa amichevole al prezzo complessivo di cinque miliardi e trecento milioni di euro. Un prezzo che, dicono gli analisti a Parigi, è un po’ troppo caro, ma per il patron di Gucci, Yves Saint Laurent, Bottega Veneta, Boucheron , solo per citare i marchi piu’ famosi, i soldi non sono certo un problema.

Il punto è Puma, o meglio le scarpe Puma, coprono solo il 10% del mercato dove domina saldamente il marchio Nike con il 38%, segue Adidas con il 34%.

Ma quello che conta è che con l’acquisto di Puma Pinault possa giocare un ruolo importante a livello mondiale nell’ambito dell’abbigliamento sprotivo.

Come dire che nello logica di Pinault Puma non è un capriccio da miliardario viziato, ma un acquisto guidato da una logica redditizia.

Fatto sta ce nella lotta che da semrpe vede su fronti opposti François Pinault e Bernard Arnault la bagarre è continua. Come non leggere nel’acquisizione di Puma la risposta all’ingresso del laeder di Louis Vuitton Moêt Chandon nel cpaitale azionario di Carrefour?

Il seguito alla prossima puntata.