ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ucraina, il parlamento russo appoggia il premier. Nuovo incontro Yushenko-Yanukovic

Lettura in corso:

Ucraina, il parlamento russo appoggia il premier. Nuovo incontro Yushenko-Yanukovic

Dimensioni di testo Aa Aa

Solidarietà ai parlamentari ucraini che si battono contro il decreto di scioglimento del presidente Yushenko. La dichiara la Duma, il parlamento russo, che con una risoluzione ha accusato il capo dello stato ucraino di voler risolvere una crisi politica attraverso lo scioglimento di un organo legalmente eletto. “Il decreto presidenziale”, dice Andrei Koloshin, presidente del comitato della Duma per i rapporti con le repubbliche ex sovietiche, “oltre che destabilizzare la crisi politica, è a nostro avviso incostituzionale”.

Aspettando la pronuncia della Corte costituzionale, continuano a giungere nel centro di Kiev i sostenitori del filo-russo premier Yanukovic, che vivono la sfida contro i vincitori della passata rivoluzione “arancione” come una sorta di rivincita. “Il presidente Yushenko e la sua alleata Yulia Timoshenko non hanno fatto l’uno per cento di quello che avevano promesso. Per questo io sono contro di loro e spero che se ne vadano a casa”.

Mobilitati anche i fedelissimi del filo-occidentale presidente Yushenko, come i militanti di Pora, anche loro accampati con tende e striscioni in una piazza della capitale. Per loro si tratta di difendere il loro leader da quelli che definiscono “traditori”. “E’ un puro tradimento” dice Yuri Verblensky, “Noi difendiamo le nostre idee, il nostro paese, il nostro presidente, da coloro che complottano alle nostre spalle. Non glielo permetteremo”.

Un ulteriore tentativo di ricomporre la crisi nella giornata di oggi, con un nuovo incontro tra il capo dello stato Yushenko e il premier Yanukovic.