ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Sono partiti per Londra i militari liberati dall'Iran

Lettura in corso:

Sono partiti per Londra i militari liberati dall'Iran

Dimensioni di testo Aa Aa

Si abbracciano felici i marine britannici catturati due settimane fa dagli iraniani. Già in volo verso Londra, i militari sono stati rilasciati ieri con un gesto a sorpresa del presidente Ahmadinejad che ha così messo fine a un teso braccio di ferro con la Gran Bretagna.

Sui retroscena della liberazione non si sa ancora molto. Teheran ha parlato di un regalo fatto al popolo britannico. Certo è che la mossa propagandistica sembra riuscita.

Al microfono della tv di stato di Teheran uno dei marine ha raccontato che “gli iraniani durante la prigionia si sono sempre comportati correttamente, non facendo mancare cibo e altri generi di conforto. “Siamo tutti in buone condizioni di salute e in ottima forma” ha aggiunto.

Anche l’unica donna del gruppo, Faye Turney, ha confermato che il trattamento ricevuto è stato buono “Siamo sollevati- ha confessato – e felici di tornare finalmente a casa”.

“Che messaggio volete trasmettere agli iraniani?” è stato chiesto a un altro dei marine.
“Agli iraniani dico che capisco che possano essersi sentiti offesi dalla nostra apparente intrusione nelle loro acque territoriali. Ma non avevamo alcuna intenzione di far loro del male. Spero che questa vicenda contribuisca a migliorare le relazioni tra i nostri paesi”

I 15 militari britannici erano stati catturati lungo lo Shatt al Arab, il fiume attraverso il quale passa il confine tra Iran e Iraq. Per Teheran la loro imbarcazione era entrata volontariamente nelle aque territoriali iraniane, cosa che Londra nega.