ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Gb, abbracci e lacrime per i marinai inglesi

Lettura in corso:

Gb, abbracci e lacrime per i marinai inglesi

Dimensioni di testo Aa Aa

Sono arrivati nel pomeriggio di giovedi’ in una base militare dell’Inghilterra del sud i 15 militari britannici liberati da Teheran dopo quasi due settimane di detenzione.

All’arrivo, a bordo dei due elicotteri della Royal Navy che li avevano prelevati all’aeroporto di Londra, hanno finalmente potuto riabbracciare le loro famiglie. Alla base c‘è stata un’esplosione di gioia quando gli ex prigionieri si sono finalmente riuniti ai loro cari.

Resta da capire pero’ quali siano stati gli ultimi passaggi prima della liberazione dei marinai, annunciata a sorpresa mercoledi’ dal presidente iraniano Mahmoud Ahmadinejad.

Londra ha sempre negato le accuse contro i militari i quali, secondo Teheran, avrebbero intenzionalmente sconfinato nelle acque iraniane sul fiume Chatt al-Arab al confine con l’Iraq. Il premier inglese Tony Blair, pur esprimendo la sua gioia per il rilascio dei marinai, ha ribadito che la Gran Bretagna non ha negoziato la loro liberazione.