ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Salomone: una trentina i morti nello tsunami, l'Australia invia aiuti

Lettura in corso:

Salomone: una trentina i morti nello tsunami, l'Australia invia aiuti

Dimensioni di testo Aa Aa

Le immagini girate da un turista nelle isole Salomone testimoniano della violenza dello tsunami di due giorni fa. L’onda anomala ha infatti raggiunto anche una remota laguna normalmente calma, benché con forza molto inferiore rispetto alle spiagge direttamente colpite dopo il sisma sottomarino.

Le autorità hanno contato finora una trentina di morti. La polizia ha previsto con una certa prudenza che il bilancio non dovrebbe crescere di molto, la Croce Rossa al contrario si tiene pronta al peggio.

Cominciano ad arrivare sulle zone colpite le prime squadre di soccorso. La vicina Australia ha inviato un centinaio di riservisti che ieri hanno incontrato il loro ministro della difesa Brendan Nelson. “Oltre ai due milioni di dollari australiani, equivalenti a uno virgola due milioni di euro, già promessi per gli aiuti – ha detto Nelson – e al supporto militare dell’Australia alle isole Salomone, prenderemo naturalmente in considerazione le richieste che ci verranno avanzate dal governo e della situazione sul terreno”.

Le prime infezioni sono cominciate ad apparire fra gli abitanti dei villaggi che si sono rifugiati sulle colline per timore di nuove onde. Oltre 5 mila persone sono rimaste senza casa. Ma per molti di loro i soccorsi potrebbero non arrivare prima di venerdì.