ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Eni-Enel vincono l'asta per Yukos. Operazione da 4,4 miliardi di euro

Lettura in corso:

Eni-Enel vincono l'asta per Yukos. Operazione da 4,4 miliardi di euro

Dimensioni di testo Aa Aa

Un pezzo di Yukos in mani italiane. Il consorzio formato da Eni ed Enel ha vinto la gara per il fallito colosso energetico privato russo. Il prezzo pagato per l’operazione da Enineftegaz è di 4,4 miliardi di euro.

Un tempo il primo produttore russo di petrolio, il gruppo Yukos è fallito sotto le accuse di evasione fiscale per miliardi di dollari, mentre il suo fondatore e amministratore delegato, Mikhail Khodorkovsky, è stato arrestato nel 2003 e condannato nel 2005 a otto anni di prigione in un processo criticato da più parti della comunità internazionale.

Il lotto in asta comprendeva tra l’altro il 20% di Gazpromneft, il ‘braccio petrolifero’ il cui pacchetto di controllo e’ in mano a Gazprom. Eni e Enel hanno offerto a quest’ultimo un’opzione per acquisire entro due anni il 51% di tre delle società. I risultati dell’asta concretizzano l’accordo raggiunto a novembre fra Eni e Gazprom, che prevedeva un ingresso diretto del colosso russo nella distribuzione in Italia e un pari ingresso di Eni nel settore dell’estrazione in Russia.