ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Medioriente, Merkel invita a cogliere l'occasione di svolta per la pace

Lettura in corso:

Medioriente, Merkel invita a cogliere l'occasione di svolta per la pace

Dimensioni di testo Aa Aa

Motivare Israele, redarguire Hamas. Questi i binari su cui si muove il cancelliere tedesco Angela Merkel, impegnata in una serie di colloqui con la dirigenza israeliana e palestinese. L’obiettivo, sostenere l’iniziativa della Lega araba per rilanciare il processo di pace in Medio Oriente.

Al termine di un incontro a Ramallah con il presidente palestinese Abbas, Merkel ha ribadito che Hamas non avrà parte nei negoziati fin tanto che non accetterà le condizioni del Quartetto: ovvero riconoscere lo stato ebraico e rinunciare alla violenza.

Il cancelliere sa bene che gli israeliani non approvano la decisione dell’Unione europea di allacciare un dialogo con i ministri del nuovo governo palestinese unitario che non fanno parte di Hamas.

Ma, prima di incontrare nuovamente il premier Ehud Olmert, al quale riferirà del colloquio con Abbas, Merkel ha esortato Israele a cogliere la “reale occasione di svolta” offerta dalla Lega araba.

Allo stato ebraico viene chiesto di ritirarsi dai territori occupati nel ’67 e di trovare una soluzione equa per i rifugiati palestinesi, in cambio della normalizzazione dei rapporti con i paesi arabi. Una scelta difficile per Olmert, già debole sul fronte interno.

Il premier israeliano ha incontrato anche la presidente della Camera dei rappresentanti statunitense, la democratica Nancy Pelosi, in visita a Gerusalemme e prossima a recarsi in Siria, un paese che figura nella lista nera dell’amministrazione Bush.