ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Suora francese parla pubblicamente della sua guarigione dal Parkinson grazie Papa Wojtyla

Lettura in corso:

Suora francese parla pubblicamente della sua guarigione dal Parkinson grazie Papa Wojtyla

Dimensioni di testo Aa Aa

Trova un’altra fervida sostenitrice la causa di beatificazione di Papa Woitjla, annunciata da Benedetto XVI nel 2005 in dispensa dall’attesa di cinque anni dalla morte. E’ la suora francese Marie Simon-Pierre, che per la prima volta, a due anni dalla guarigione dal morbo di Parkinson, parla pubblicamente della sua esperienza.

“Mi sono sentita completamente trasformata, non ero più la stessa interiormente – ha detto in conferenza stampa. Dentro sentivo qualcosa che mi è difficile spiegare a parole. Ma era molto forte e grande. Un mistero”. La religiosa, 45 anni, soffriva di Parkinson dal 2001. Durante la notte del 2 giugno 2005 sente una voce che le ordina di scrivere il nome di Giovanni Paolo II. La suora obbedisce, poi va a letto e dorme un sonno profondo.

Dopodiche la guarigione, “uno dei casi più impressionanti attribuiti a Giovanni Paolo II”, ha dichiarato monsignor Slawomir Oder, incaricato del processo di canonizzazione di Wojtyla. Processo che, come richiesto da Ratzinger, potrebbe essere accelerato.