ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Muore a 16 anni dopo 50 tequile. Bufera sugli open bar

Lettura in corso:

Muore a 16 anni dopo 50 tequile. Bufera sugli open bar

Dimensioni di testo Aa Aa

E’ morto in Germania il sedicenne finito in coma un mese fa dopo aver bevuto in una serata cinquanta tequile e alcune birre. Collassato al pub, il ragazzo aveva un tasso di alcol nel sangue equivalente a quello di nove guidatori ubriachi. La tragedia rinfocola la polemica sulla moda dalle cosidette tariffe flat di quei bar o discoteche che, al prezzo di 10 o 15 euro, propongono alcol a volontà dalle nove di sera fino all’alba.

Sabine Bätzing, responsabile del governo tedesco per le droghe e le dipendenze fa appello al rispetto delle leggi già esistenti: “Ciò vuol dire che a quel ragazzo, che aveva 16 anni, non doveva essere venduto alcol né doveva essere permesso di consumarne”.

In Germania la vendita di superalcolici è vietata ai minori di 18 anni. Il problema dell’abuso di alcol da parte dei minori crea allarme in diversi Paesi europei. In Spagna recentemente diversi sindaci hanno preso provvedimenti per vietare o controllare i bottelon,i famosi raduni di sbronza colletiva.