ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Crisi Iran-Gran Bretagna, scambio di accuse tra Londra e Teheran. Solana (Ue): "Liberateli"

Lettura in corso:

Crisi Iran-Gran Bretagna, scambio di accuse tra Londra e Teheran. Solana (Ue): "Liberateli"

Dimensioni di testo Aa Aa

Le Nazioni Unite chiederanno la liberazione dei quindici marines britannici arrestati in Iran. Lo rivela il Foreign Office, aggiungendo che è già in discussione una bozza di dichiarazione tra i membri del Consiglio di sicurezza. Teheran ha però già fatto sapere che ritarderà il rilascio della marinaia Faye Turney se verrà coinvolta l’Onu.

Sulla vicenda interviene di nuovo il rappresentante europeo per la politica estera, Javier Solana. “Credo che la cosa da fare per l’Iran sia quella di liberare tutti i militari che sono stati fermati, in base alle nostre informazioni, in modo illegale. E ciô dovrebbe avvenire subito, perché noi vogliamo avere buone relazioni con Teheran”.

Nonostante le ferme proteste di Londra, che ha sempre smentito che le sue forze si trovassero in acque iraniane, sulla vicenda non si è ancora fatta chiarezza. Le autorità iraniane sostengono di poter dimostrare che le attività di pattugliamento non avvenivano in acque internazionali. “Non siamo all’età della pietra”, dice il capo negoziatore iraniano Larjani, “esistono mezzi come il GPS per accertare dove si trovassero le imbarcazioni”.

E intanto, per non far scendere la tensione, undici studenti hanno inscenato una protesta davanti al ministero degli Esteri di Teheran, chiedendo che i quindici marines vengano giustiziati.