ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Detenuto di Guantanamo si dichiara colpevole per tornare in patria

Lettura in corso:

Detenuto di Guantanamo si dichiara colpevole per tornare in patria

Dimensioni di testo Aa Aa

Si è dichiarato colpevole, il primo detenuto di Guantanamo giudicato dal tribunale speciale militare allestito dagli Stati Uniti. L’australiano David Hicks, 31 anni, ex cacciatore di canguri convertito all’Islam e combattente a fianco dei taleban, potrà così patteggiare una pena da scontare nel suo Paese, evitando l’ergastolo. Ha ammesso di avere fornito supporto materiale al terrorismo, ma ha respinto l’accusa di avere partecipato ad attacchi terroristici.

L’annuncio che l’imputato si era dichiarato colpevole, fatto dalla portavoce del tribunale militare, ha suscitato una certa sorpresa. Ed è stato accolto con soddisfazione a Canberra. Il primo ministro conservatore John Howard ha dato la notizia al Parlamento: “Australia e Stati Uniti – ha detto – hanno un’intesa diplomatica in base alla quale Hicks potrà scontare una qualsiasi pena nel suo Paese, fatto salvo un accordo tra le parti”. Un comitato reclama la liberazione del prigioniero da 5 anni, da quando cioè fu arrestato in Afghanistan e rinchiuso nella base navale americana di Guantanamo sull’isola di Cuba.