ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Rice e Moon in Medio Oriente per "negoziati paralleli"

Lettura in corso:

Rice e Moon in Medio Oriente per "negoziati paralleli"

Dimensioni di testo Aa Aa

La strada per la pace in Medio Oriente passa attraverso negoziati “paralleli”. Ne è convinta Condoleeza Rice, che ieri ha incontrato i leader delle due parti, il presidente Palestinese Mahmud Abbas a Ramallah e il premier israeliano Ehud Olmert a Gerusalemme. La visita del segretario di Stato Usa si inserisce nell’ambito di un’intensa attività diplomatica da parte dei mediatori internazionali in vista del vertice di Ryad del 28 e 29 marzo.

La Rice ha ricordato le tre condizioni necessarie per la pace: “La rinuncia alla violenza – ha detto – è un principio fondante. Ovviamente bisogna riconoscere il diritto dell’altra parte di esistere. E sarebbe importante tenere in considerazione gli accordi passati. La Road Map contiene una serie di obblighi che vanno rispettati”.

Nella regione si trovano in questi giorni anche il segretario generale delle Nazioni Unite Ban Ki-Moon, che ha incontrato sia la Rice sia Abbas, e ha visitato la tomba di Yasser Arafat, e il ministro degli esteri svedese Carl Bildt.

Al centro del vertice della Lega araba nella capitale saudita sarà il piano di pace adottato nel 2002 a Beirut. Piano che Israele si dice pronto a discutere, ma solo se sarà tolto il riferimento al ritorno dei profughi palestinesi nello Stato ebraico.