ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Divieti di fumo a macchia di leopardo nelle diverse regioni tedesche

Lettura in corso:

Divieti di fumo a macchia di leopardo nelle diverse regioni tedesche

Dimensioni di testo Aa Aa

Avanti in ordine sparso. La Germania si affida alle regioni per definire i nuovi divieti anti-fumo: oggi i governatori dei 16 laender si riuniscono per decidere in materia ma la previsione è che non raggiungeranno un consenso su norme uniche per tutto il territorio nazionale.

“Sul divieto molti sono scettici, inclusi politici dei nostri rispettivi partiti – dice la deputata socialdemocratica Sabine Bätzing – Ma specialmente i proprietari dei ristoranti temono che vietando di fumare i clienti se ne staranno a casa”.

Ma i politici nazionali devono anche difendersi dall’accusa di aver ceduto a pressioni: “Non ho paura di avere problemi con l’industria delle sigarette – ribatte la cristianodemocratica Maria Eichhorn – Stiamo facendo qualcosa di importante per la protezione dei non fumatori. La questione riguarda la protezione dal fumo passivo non le lobby delle sigarette”.

Il governo di Berlino ha rinunciato lo scorso dicembre a imporre una legge nazionale, formalmente per il rischio di incostituzionalità, in quanto i divieti in scuole, ospedali, bar e ristoranti inciderebbero su materie di competenza delle regioni.