ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Lutto nazionale in Russia per gli anziani e i minatori morti

Lettura in corso:

Lutto nazionale in Russia per gli anziani e i minatori morti

Dimensioni di testo Aa Aa

È il giorno del lutto in Russia dopo le tragedie che hanno colpito il grande paese eurasiatico nelle ultime ore. Le famiglie dei 107 minatori morti a Novokusnetzk si preparano a seppellire i loro cari. E oggi gli indennizzi promessi dalle autorità appaiono ridicoli: circa 500 euro a vittima, non di che sfamare a lungo i tanti orfani rimasti senza un padre.

In questa regione mineraria siberiana si spera ancora di salvare tre lavoratori che risultano dispersi. Tre tragedie in Russia in tre giorni se si conta anche la sciagura aerea di sabato a Samara dove un Tupolev si è schiantato al momento dell’atterraggio facendo 50 morti.

E poi nel sud sul mar Nero, la casa di riposo andata in fiamme nella quale sono morti 62 anziani. Tutti incidenti favoriti dalle scarse o assenti misure di sicurezza. “Mi hanno afferata per un braccio – racconta un’anziana ricoverata in ospedale -. Ero disorientata come gli altri. Poi ho sentito qualcuno che mi ha detto di andare verso l’uscita. Ringrazio le persone che mi hanno salvata”. Gli incidenti a ripetizione fanno sorgere il sospetto che in Russia l’arricchimento dell’era post-sovietica non sia andato di pari passo con un riammodernamento delle infrastrutture.