ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Inquinamento delle acque: la Francia rischia di pagare caro

Lettura in corso:

Inquinamento delle acque: la Francia rischia di pagare caro

Dimensioni di testo Aa Aa

L’eccesso di nitrato nelle acque della Bretagna potrebbe costare caro alla Francia. Dopo ben vent’anni da quando Bruxelles ha avviato la procedura d’infrazione contro Parigi, ora la Commissione europea minaccia di chiedere alla Corte di Giustizia che multi la Francia per una somma forfettaria superiore ai 28 milioni di euro. Senza contare interessi di mora nell’ordine di 118 mila euro giornalieri. Per ora Parigi ha ottenuto, in extremis, un rinvio sulla decisione in merito.

Quella della Bretagna è una situazione particolare: la regione rappresenta il 7% della supercifie agricola nazionale ma concentra il 50% degli allevamenti suini, il 50% degli allevamenti di pollame e il 30% degli allevamenti bovini dell’intera Francia. La formazione di nitrato nell’acqua è dovuta soprattutto ai fertilizzanti e all’immagazzinamento o diffusione di concimi. L’azoto dei fertilizzanti non assimilato dalle piante finisce – sotto forma di nitrato – nei fiumi e nelle acque freatiche.