ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Giro di vite sul rilascio di passaporti britannici: 10.000 ottenuti con false dichiarazioni

Lettura in corso:

Giro di vite sul rilascio di passaporti britannici: 10.000 ottenuti con false dichiarazioni

Dimensioni di testo Aa Aa

Diecimila veri-falsi passaporti sono stati rilasciati in Gran Bretagna solo lo scorso anno. A rivelarlo è stato proprio il ministero dell’interno di Londra. Il numero si riferisce a libretti autentici stampati però sulla base di richieste fraudolente. Un uomo, Dhiren Barot, condannato a 40 anni di prigione per aver progettato attentati negli Stati Uniti e in Gran Bretagna ne aveva addirittura sette intestati a suo nome e due con una falsa identità. Il governo annuncia che d’ora in poi chi non ha mai avuto un passaporto non potrà più richiederlo per posta ma dovrà presentarsi di persona.

E l’opposizione protesta per le nuove procedure “che – come sostiene il deputato conservatore Damian Green – penalizzeranno milioni di persone oneste senza creare alcun problema ai veri criminali, che manderanno avanti altri, incensurati o comunque sconosciuti alle autorità per poi fare quello che vogliono con i documenti ottenuti”.

Le autorità ribattono che se i colloqui personali fossero stati obbligatori prima probabilmente non sarebbe riuscito ad avere un passaporto britannico neanche Salaheddin Benyaich, di nazionalità marocchina, che nel 2003 fu complice degli attentati di Casablanca, che fecero 45 morti.