ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

A casa Mastrogiacomo. Arrestato a Kabul un uomo di Emergency. Strada: "Fondamentale il suo lavoro"

Lettura in corso:

A casa Mastrogiacomo. Arrestato a Kabul un uomo di Emergency. Strada: "Fondamentale il suo lavoro"

Dimensioni di testo Aa Aa

Stanco ma in buona salute, il giornalista italiano Daniele Mastrogiacomo è rientrato a Roma nella tarda serata di martedi, atterrando all’aeroporto militare di Ciampino. Appena sceso dall’aereo di stato Mastrogiacomo ha subito ricevuto l’abbraccio della figlia, incontrando in seguito il capo del governo Prodi, che lo attendeva insieme al direttore e all’editore del suo giornale.

Nessun commento sulle polemiche a Kabul, dopo il suo rilascio, reso possibile dalla liberazione di cinque prigionieri taleban. A far crescere la tensione, le proteste per l’omicidio dell’autista di Mastrogiacomo, l’incertezza sul destino del suo interprete e l’arresto da parte dei servizi segreti afghani di un dirigente locale di Emergency che secondo fonti italiane “è stato fondamentale per il buon fine della trattativa”.

Il giornalista, già in nottata interrogato dai magistrati, non ha reso dichiarazioni, limitandosi a salutare i colleghi presenti. E’ toccato al fratello porgere i ringraziamenti della famiglia. “Per i racconti ci sarà tempo. Adesso è stato più che altro il contatto fisico, il poterlo riabbracciare, sentirlo parlare e vedere che è tutto di un pezzo”.

La trattativa per la liberazione del giornalista ha aperto le polemiche tra i partiti italiani. L’opposizione di centro destra accusa il governo di “tradimento” per aver ceduto alle richieste dei sequestratori.