ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Russia, poche speranze per i dispersi della miniera di carbone. Già recuperati 78 corpi

Lettura in corso:

Russia, poche speranze per i dispersi della miniera di carbone. Già recuperati 78 corpi

Dimensioni di testo Aa Aa

Ha assunto la dimensione di una vera e propria strage sul lavoro, l’incidente accaduto in una miniera di carbone nella regione di Kemerovo, in Russia. Almeno 78 le vittime accertate, mentre i dispersi sono ancora una quarantina. Alla base della tragedia uno scoppio a 270 metri di profondità, probabilmente causato dai depositi di gas grisou. Difficile il lavoro delle squadre di soccorso, che per ore hanno pompato ossigeno nelle gallerie nella speranza di aiutare eventuali superstiti. Ma senza risultati, come spiega il governatore Amàn Tulèyev. “Ci sono ancora molte zone della miniera da esplorare, ma sotto è pieno di fumo e di polvere, prima conseguenza dello scoppio”.

La regione, per la Russia una importante zona estrattiva, non è nuova a incidenti di questo genere. Negli ultimi cinque anni sono 109 i minatori morti sul lavoro in questo distretto. Sul posto sono all’opera anche alcune squadre di psicologi inviate dal ministero per la protezione civile per assistere i parenti di vittime e dispersi, mentre l’amministrazione regionale ha promesso un indennizzo di circa 30.000 euro per ogni vittima.