ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Mastrogiacomo libero. "Ho avuto paura di morire"

Lettura in corso:

Mastrogiacomo libero. "Ho avuto paura di morire"

Dimensioni di testo Aa Aa

Daniele Mastrogiacomo ha ringraziato tutti nel suo primo messaggio da uomo libero. L’inviato di Repubblica rapito in Afghanistan il 5 marzo scorso e rilasciato dai Taleban questo pomeriggio sta bene e sarà presto in Italia. Il suo giornale l’ha contattato telefonicamente poco dopo la liberazione.

“Sapevo che l’Italia in qualche modo mi sosteneva, mi stava vicino. Questo è l’unico conforto che avevo nei momenti più disperati, in cui temevo di essere ucciso da un momento all’altro”, ha detto il reporter.

Mastrogiacomo è stato portato nell’ospedale di Emergency a Lashkar-gah. Ha raccontato di essere stato rinchiuso in 15 luoghi diversi. La moglie Luisella ha svelato che ieri i sequestratori hanno minacciato di ucciderlo tre volte. Questa la testimonianza del fratello Alessandro: “Sta bene fisicamente ma è molto provato. Luisella gli ha raccontato della partecipazione che c‘è stata da parte dell’Italia e si è messo a piangere e singhiozzare, si è molto emozionato”.

La partecipazione in Italia è stata davvero massiccia. Repubblica sul suo sito ringrazia i 100 mila firmatari della sua petizione. Si sono mobilitati anche nomi famosi, come Francesco Totti o Valentino Rossi, e ieri a Mastrogiacomo è stata dedicata anche la maratona di Roma.