ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Sarkozy vuole un ministero dell'identità nazionale

Lettura in corso:

Sarkozy vuole un ministero dell'identità nazionale

Dimensioni di testo Aa Aa

L’immigrazione al centro della campagna presidenziale francese. Il candidato conservatore Nicolas Sarkozy ha proposto la creazione di un ministero dell’immigrazione e dell’identità nazionale.

“Venite pure ma sarete accolti in un’identità nazionale, con un certo numero di principi sui quali non transigeremo – ha detto Sarkozy -. Per esempio l’uguaglianza tra l’uomo e la donna, la separazione tra lo spirituale e il temporale. Non mi sembra scioccante”.

Un’idea che non piace a François Bayrou. Il candidato centrista, che ieri è andato in metropolitana nella periferia nord-parigina, ha sottolineato che 15 milioni di francesi hanno origini straniere e che l’identità nazionale è costituita dalla solidarietà, dall’uguaglianza e dalla fratellanza.

“Non si deve mescolare immigrazione e identità nazionale. L’identità nazionale non è affare di un ministero ma di tutti”, ha ribattuto Bayrou.

Preoccupata piuttosto dalla situazione economica, la socialista Ségolène Royal promette un ripensamento generale: “E’ vero che oggi la Francia va male, che il sistema economico ha dei problemi, che la gente ha l’impressione di retrocedere, di essere declassata”.

Nell’arena elettorale è entrato ufficialmente anche Philippe de Villiers che è riuscito a depositare la sua candidatura. Mentre all’altro principale esponente dell’estrema destra, Jean-Marie Le Pen, mancano ancora alcune firme.