ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Tangenti Siemens: al via il processo

Lettura in corso:

Tangenti Siemens: al via il processo

Dimensioni di testo Aa Aa

Al via in Germania il processo Siemens. Due ex dirigenti del colosso tedesco sono accusati di aver pagato tangenti a colleghi del gruppo italiano Enel per aggiudicarsi le commesse di alcune turbine a gas. Le bustarelle, depositate su alcuni conti in Svizzera e Lichtestein annonterebbero a quasi 8 milioni di euro. Uno degli accusati ha ammesso di aver fato parte del sistema di tangenti e ha confermato la cifra, dei depositi. In caso di condanna rischia una pena massima di 15 anni.

Le indagini sugli appalti Enelpower, iniziate nel 2003, avevano poratto all’arresto dell’amministratore delegato e del vicepresidente della società e alle dimissioni del presidente di Enel produzione. In un procedimento collegato svoltosi a Milano l’anno scorso, altri 2 dirigenti di Enel hanno patteggiato una pena di 1 anno e 11 mesi. Il gruppo tedesco era stato condannato al pagamento di 500mila euro e alla confisca dio oltre sei milioni di euro.