ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Elezioni locali in Russia, vincono i partiti pro-Cremlino

Lettura in corso:

Elezioni locali in Russia, vincono i partiti pro-Cremlino

Dimensioni di testo Aa Aa

Tutto secondo le previsioni. Schiacciante l’affermazione dei partiti pro-Cremlino nelle elezioni locali che si sono svolte ieri in Russia. Un test importante, a nove mesi dalle elezioni politiche e in vista delle presidenziali del 2008. Quattordici le regioni, repubbliche, e territori della federazione russa che hanno rinnovato i parlamenti locali: oltre trenta milioni gli elettori interessati, ma la partecipazione è stata quasi ovunque inferiore al 40 per cento.

Lo stretto controllo sui media da parte del Cremlino ha largamente favorito le formazioni che sostengono il presidente Putin, marginalizzando le forze di opposizione di ispirazione liberale.

In testa in tredici regioni il partito Russia Unita, che l’ha spuntata sulla seconda formazione filoputiniana, Russia Giusta: anch’essa studiata a tavolino nella cittadella moscovita per portare il paese a una sorta di bipolarismo addomesticato.

Il mentore di Russia Giusta, Serghei Mironov, ha imputato i risultati deludenti alla nuova legge elettorale, che – ha detto – violerebbe i diritti costituzionali degli elettori.

La campagna elettorale e lo scrutinio si sono svolti in una clima abbastanza disteso. Pochi i disordini, che, quando si sono verificati, sono stati immediatamente repressi dalla polizia.