ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Usa, Iran, Siria: tutti allo stesso tavolo per la pace in Iraq

Lettura in corso:

Usa, Iran, Siria: tutti allo stesso tavolo per la pace in Iraq

Dimensioni di testo Aa Aa

Un’occasione per la pace in Iraq e un’opportunità di mettere attorno allo stesso tavolo gli Stati Uniti e due suoi nemici giurati, Iran e Siria. Si è aperta a Bagdad la conferenza internazionale sull’Iraq voluta dal presidente Nouri al-Maliki cui partecipano i cinque membri permanenti del Consiglio di sicurezza dell’Onu, Stati Uniti, Russia, Cina, Francia e Gran Bretagna, La Lega araba, i paesi confinanti con l’Iraq, oltre a Siria e Iran, anche Arabia Saudita, Giordania, Kuwait, Egitto, Bahrein e Turchia. L’obiettivo prioritario è trovare una via d’uscita condivisa alle violenze che devastano da quattro anni l’Iraq, ma non l’unico, come spiega Jon Alterman, esperto di Medioriente.

“Molti partecipanti per molti obiettivi. Gli Stati Uniti sono scettici sull’efficacia della riunione. Per alcuni sarà l’occasione per definire meglio il proprio ruolo. Avere, ciascuno, un ruolo preciso, è importante per individuare delle soluzioni”.

Si parlerà di pace in Iraq ma, in incontri bilaterali, probabilmente, anche del dossier nucleare iraniano e delle responsabilità della Siria nell’omicidio dell’ex premier libanese Rafik Hariri.