ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Irlanda del Nord: incertezza sui risultati del voto

Lettura in corso:

Irlanda del Nord: incertezza sui risultati del voto

Dimensioni di testo Aa Aa

I leader politici in Irlanda del Nord trattengono il fiato in attesa dei risultati delle elezioni per il rinnovo dell’Assemblea provinciale. I seggi si sono chiusi ieri sera alle 22, ma lo spoglio delle schede inizierà solo stamane e i risultati definitivi si conosceranno domani. Favorito è il partito democratico unionista dell’Ulster del reverendo Ian Paisley, ala radicale dei protestanti unionisti.

Al secondo posto nelle previsioni di voto si colloca lo Sinn Fein di Gerry Adams, la forza politica dei nazionalisti cattolici repubblicani. Se queste ipotesi saranno confermate, Ian Paisley assumerà le funzioni di premier ma il suo vice non sarà Adams, con il quale l’80enne reverendo protestante non accetterebbe mai di formare un esecutivo, ma il numero due dello Sinn Fein, Martin McGuinnes.

Londra ha già dato l’ultimatum alle forze politiche nordirlandesi: formare un governo entro il 26 marzo, altrimenti la provincia sarà amministrata direttamente dal governo britannico.

Sospesa nel 2002 per l’incapacità di protestanti e cattolici di farla funzionare, l’Assemblea di Stortmont non ha svolto le proprie prerogative federaliste neppure dopo le elezioni del 2003. Questa, forse, è l’ultima possibilità.