ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Iraq, "segnali incoraggianti" per il nuovo comandante Usa

Lettura in corso:

Iraq, "segnali incoraggianti" per il nuovo comandante Usa

Dimensioni di testo Aa Aa

Ci vorranno mesi per riportare la sicurezza a Baghdad e ci saranno sicuramente altri duri attacchi. Ma già si registrano segnali incoraggianti, la violenza settaria è in calo, nelle ultime settimane, nella capitale irachena. Lo ha detto il nuovo comandante delle forze statunitensi in Iraq, generale David Petraeus, nella prima conferenza stampa da quando ha preso il comando il mese scorso.

In previsione di una massiccia ondata di arresti di ribelli, Petraeus ha chiesto al governo l’invio di 2.200 soldati in aggiunta ai 21.500 già decisi da Washington. L’ulteriore rinforzo servirà per adeguare il numero di guardie carcerarie.

Sul piano politico, c‘è attesa per la conferenza regionale in programma sabato a Baghdad, dove per la prima volta siederanno intorno a un tavolo rappresentanti degli Stati Uniti, di Iran e Siria. Invitati anche tutti i membri permanenti del Consiglio di sicurezza dell’Onu. Un’altra conferenza, non più a livello di ambasciatori ma di ministri, dovrebbe svolgersi in Turchia nella prima metà di aprile.