ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Bush in America Latina. Fra proteste e contestazioni

Lettura in corso:

Bush in America Latina. Fra proteste e contestazioni

Dimensioni di testo Aa Aa

Fuori Bush dalla Colombia. E’ il messaggio che circa 3000 manifestanti hanno lanciato dalle piazze di Bogotà contro la visita del Presidente Usa. La protesta che si leva dalla capitale colombiana, dove Bush arriverà domenica, è solo una delle voci critiche che fanno da contraltare al tour che porterà il Presidente Usa nel centro e Sudamerica.

Le manifestazioni di Bogotà, partite dalla storica Piazza Simon Bolivar, sono degenerate in scontri fra la polizia e studenti all’Università Nazionale Colombiana. Una situazione che mette in imbarazzo il governo del Presidente colombiano Alvaro Uribe, considerato uno dei più fedeli alleati di Bush nel panorama latinoamericano che ha visto rinforzarsi sempre di più la schiera degli “antimperialisti”.

Uruguay, Colombia, Guatemala, Messico e, oggi, il Brasile: sono le tappe della visita di Bush che comincia appunto dall’incontro con il Presidente Lula da Silva. L’undicesima visita di Bush in Sudamerica tocca capitali che, fatta eccezione per il Messico di Felipe Calderon e, appunto, la Colombia di Uribe, hanno svoltato a sinistra smarcandosi dalla tradizionale dipendeza dagli Stati Uniti.

E la dove Bush non andrà, in Argentina e in Bolivia, ci sarà invece il venezuelano Hugo Chavez che tesse una sorta viaggio parallelo all’insegna dell’antiamericanismo.