ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Afghanistan, rapito un giornalista italiano mentre è in corso l'offensiva alleata anti-Taleban

Lettura in corso:

Afghanistan, rapito un giornalista italiano mentre è in corso l'offensiva alleata anti-Taleban

Dimensioni di testo Aa Aa

Le forze alleate hanno lanciato una “grande offensiva” nel sud dell’Afghanistan per cercare di stanare i Taleban. Circa cinque mila uomini, per la maggior parte statunitensi, britannici e canadesi, sono impegnati nell’operazione. La provincia interessata è quella di Helmand dove si conta il maggior numero di guerriglieri.

Il portavoce della forza Nato Isaf, il colonnello statunitese Tom Collins: “L’operazione migliorerà le condizioni di sicurezza e preparerà il terreno per la ricostruzione. In generale servirà a migliorare la qualità di vità di tutti gli afghani residenti in queste zone”.

Ed è oggi la notizia del rapimento in Afghanistan di un giornalista italiano. Daniele Mastrogiacomo del quotidiano la repubblica si era recato nel sud per incontrare i taleban insieme a lui c’erano due afghani. Il portavoce dei Taleban raggiunto telefonicamente ha detto che sono in corso verifiche per vedere se si tratti effettivamente di un giornalista e che non sia legato alle forze della coalizione.

In Afghanistan crescono intanto le proteste per le stragi di civili compiute dagli militari della Nato. A Jalalabad, dove domenica è stata bombardata una casa e sono morte nove persone, migliaia di studenti sono scesi in piazza per chiedere la partenza delle “forze di occupazione” e invocare la morte “dei soldati della coalizione”.