ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Cina: l'inquinamento al cuore dell'Assemblea nazionale del popolo

Lettura in corso:

Cina: l'inquinamento al cuore dell'Assemblea nazionale del popolo

Dimensioni di testo Aa Aa

La questione energetica e l’inquinamento balzano al centro della politica cinese. Il primo ministro Wen Jiabao ne ha parlato a Pechino nel primo giorno della sessione annuale dell’Assemblea nazionale del popolo. Secondo il Premier il consumo di energia è troppo elevato e l’economia, prevista anche quest’anno in crescita dell’8 per cento, non sta rispettando la tabella di marcia stabilita dal piano quinquennale 2006-2011, che prevede di abbattere i consumi del 4 per cento per unità di prodotto interno lordo, con una conseguente riduzione del 2 per cento dell’inquinamento. “Mi interesso molto a ciò che riguarda i contadini”, dice uno dei tremila delegati. “Il premier Wen ha detto che per avere un’agricoltura moderna ci vogliono tecnologia e riforme. E’ un punto molto importante. Seguiremo le sue indicazioni”.

Ma intanto la Cina comincia a vedere a occhio nudo i pericoli di uno sviluppo a briglia sciolta. Come quello della desertificazione. Una delle zone già a rischio è la privincia nord-occidentale di Gansu. Qui lo sfruttamento troppo intensivo dei pascoli sta rendendo l’erba un bene scarso. Secondo gli esperti se la tendenza non viene invertita, fra cinque o sei anni in quest’area l’erba potrebbe essere completamente scomparsa.