ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Cade a Copenhagen simbolo della cultura underground

Lettura in corso:

Cade a Copenhagen simbolo della cultura underground

Dimensioni di testo Aa Aa

I buldozer non sono rimasti a guardare. A Copenhagen è ormai solo un ricordo Ungdoms Huset, uno dei centri sociali più importanti d’Europa, demolito dopo un’evacuazione forzata, condotta dalle unità anti terrorismo giovedì scorso. E’ finita così la ex “casa del popolo” che per 25 anni ha rappresentato la cultura alternativa danese, e non solo, e che ha visto anche il passaggio di grandi nomi, come Bijork e Nick Cave. Il Municipio l’aveva venduta a una setta fondamentalista cristiana 6 anni fa e nel dicembre scorso questo gruppo, il Fader Huset, è riuscito ad ottenere il decreto di sgombero.

Gli operai hanno lavorato a volto coperto e le ruspe erano senza logo, per evitare rappresaglie dopo due giorni di scontri. Secondo le associazioni degli ex-occupanti, la protesta continuerà finché Copenhagen non avrà una nuova casa della cultura underground.

I giovani hanno ottenuto solidarietà da associazioni locali di cittadini locali e dai movimenti di tutta Europa. Nel fine settimana la polizia della capitale danese ha fermato quasi 650 persone, 140 almeno provenienti dall’estero, alcuni anche dall’Italia.