ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Estonia, si vota per il nuovo parlamento. Novità: si può fare anche via internet

Lettura in corso:

Estonia, si vota per il nuovo parlamento. Novità: si può fare anche via internet

Dimensioni di testo Aa Aa

Urne aperte fino alle 20 ora locale, in Estonia, dove si vota per il rinnovo del parlamento. Nel piccolo paese baltico di un milione e trecentomila abitanti, un tempo inglobato nell’Unione sovietica, si profila la riconferma della coalizione tra destra e sinistra già al governo.

Le elezioni di oggi sono le prime dopo l’entrata del paese nell’Unione europea e nella Nato, nel 2004. Il parlamento che ne uscirâ dovrà trovare soluzioni al paradosso estone: povertà diffuse, ma anche tassi di crescita del Pil a due cifre e tecnologie d’avanguardia. Dopo aver votato avvalendosi dell’anticipo, il presidente Thomas Hendrick Ilves, lo sottolinea: “L’Estonia è un paese dalle tecnologie avanzate, e noi dobbiamo spingere ad usarle specie quando aiutano la democrazia”.

In Estonia si vota, per la prima volta al mondo, anche attraverso Internet. Un sistema che le autorità garantiscono a prova di broglio, e che nonostante ciò, resta così semplice da permettere di votare via web anche alle nonne. “Si, la mia è ammalata, così vota sul web”. Quanti anni ha la donna che per votare dovrà usare il computer, chiede il giornalista? “Ottanta”.

D’altra parte in Estonia si possono già pagare i conti col telefono cellulare, prenotare i parcheggi e svolgere altre attività del genere. Verso il futuro, a grandi passi, insomma, e in Estonia ci credono in molti. Il primo ministro e leader dei riformatori promette, in quindici anni, di fare del paese uno dei primi cinque in Europa in termini di ricchezza.