ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Una spagnola vince la battaglia per il diritto di morire

Lettura in corso:

Una spagnola vince la battaglia per il diritto di morire

Dimensioni di testo Aa Aa

Il “caso Welby” spagnolo si è concluso con l’autorizzazione delle autorità a staccare i macchinari che tengono in vita Inmaculada Echevarria. La donna, 51 anni, soffre di distrofia muscolare dall’infanzia. Da nove anni è immobilizzata su un letto d’ospedale, e lotta per il diritto di morire.

“Per me – dice – non è giusto vivere così, non ne posso più di questa vita”.

Il sì del governo regionale dell’Andalusia segue ii pareri positivi del Consiglio Consultivo e del Comitato regionale d’etica. Il cosiddetto “rifiuto del trattamento”, infatti, è un diritto riconosciuto dalla legge spagnola che vieta invece l’eutanasia.