ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Eta: De Juana Chaos non è più in sciopero della fame


mondo

Eta: De Juana Chaos non è più in sciopero della fame

Il detenuto basco che digiunava dal 7 novembre ha deciso di interrompere la protesta dopo avere ottenuto gli arresti domiciliari per via del suo grave stato di salute.

De Juana Chaos ha già trascorso vent’anni in carcere. Era entrato in sciopero della fame in protesta contro una nuova condanna a dodici anni, poi ridotti a tre. Gli resta da scontare un po’ più di un anno.

Il ministro dell’interno spagnolo Alfredo Perez Rubalcaba ha spiegato perché ha deciso di scarcerarlo: “Sono convinto che se non avessi preso questa decisione, De Juana sarebbe morto nelle prossime ore. So bene che molti cittadini pensano che De Juana non meriti un trattamento così umano, perché lui non ha avuto la stessa pietà per le sue vittime. Queste persone non hanno torto. Ma la differenza fra noi e i terroristi è che noi rispettiamo la vita”.

Precisazioni dovute, considerate le forti emozioni sollevate dalla vicenda, e cavalcate dai partiti politici. Il portavoce dei popolari Angel Acebes ha così attaccato il primo ministro: “Zapatero passerà alla storia come il capo del governo che ha umiliato le vittime del terrorismo, che ha sottomesso lo Stato di diritto al ricatto dell’assassino di 25 persone, e tutto questo soltanto due mesi dopo che l’Eta ha ucciso ancora una volta a Barajas”.

Storie correlate:

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

Big Bang e buchi neri nel nuovo magnete del Cern