ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Le borse europee e Usa trascinate in basso dal tracollo di Shanghai

Lettura in corso:

Le borse europee e Usa trascinate in basso dal tracollo di Shanghai

Dimensioni di testo Aa Aa

Wall Street è stata solo l’ultima vittima di un effetto domino che ha avuto origine in Cina: la borsa di Shanghai ha registrato ieri un crollo del 9%. A provocare la discesa più forte degli ultimi dieci anni sarebbe stato l’annuncio da parte del governo di Pechino di misure per contrastare gli investimenti illegali. Controlli che mirano anche a prevenire lo scoppio di una bolla speculativa che non pochi si attendono visto che la borsa di Shanghai è cresciuta di un’incredibile 130% negli ultimi 12 mesi.

A seguire, le piazze europee per via del fuso orario sono state le prime a subire gli effetti del crollo cinese. Le borse del Vecchio Continente hanno bruciato in totale 270 miliardi di euro di capitalizzazione, demoralizzate anche dalla situazione geopolitica (i venti di guerra in Iran e l’attentato mancato contro il numero due della Casa Bianca Cheney) e dall’indice sugli ordinativi di beni durevoli negli Stati Uniti che è stato inferiore alle attese.

A Milano l’indice Mibtel ha perso il 3,20%. Zurigo, da record, ha registrato un calo del 3,40%.