ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La sindrome cinese colpisce gli altri mercati asiatici. Shanghai rimbalza dopo il crollo di ieri

Lettura in corso:

La sindrome cinese colpisce gli altri mercati asiatici. Shanghai rimbalza dopo il crollo di ieri

Dimensioni di testo Aa Aa

La sindrome cinese investe anche i mercati asiatici. Sulle voci di un possibile scoppio della bolla speculativa in Cina, gli investitori continuano a vendere. Tokyo, la principale borsa asiatica, ha chiuso in calo del 2,8%. In subbuglio anche Hong Kong, Singapore e Australia.

Segnali positivi giungono invece da Shanghai, che dopo essere crollata ieri del 9% e aver aperto in ribasso, ha invertito la rotta ed è in rialzo. Ma la vera cartina di tornasole sarà come sempre Wall Street. Tutti si aspettano di vedere se anche New York, dopo lo scivolone del 4,28 per cento, sarà in grado di rimbalzare.