ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Un morto a Nablus nel secondo giorno dell'offensiva israeliana

Lettura in corso:

Un morto a Nablus nel secondo giorno dell'offensiva israeliana

Dimensioni di testo Aa Aa

Secondo giorno di spari e coprifuoco a Nablus, in Cisgiordania, dove continua l’offensiva militare israeliana. Il primo decesso segnalato è quello di un uomo di quarantun anni, raggiunto al collo da un proiettile quando i soldati hanno fatto irruzione nella sua abitazione, nel quartiere della Kasbah. Colpito anche il figlio, che porta a una decina il bilancio dei palestinesi feriti nelle ultime quarant’otto ore, contro due tra le fila israeliane.

Tsahal ha eseguito una decina di arresti, perquisito casa per casa, distrutto due laboratori per il confezionamento di esplosivi, e sequestrato diverse armi. Il blitz, che è anche il maggiore a Nablus negli ultimi anni, è stato condannato dal premier palestinese Haniyeh. L’esponente del movimento radicale di Hamas ha dichiarato che ne parlerà presto al presidente Mahoumd Abbas, per elaborare una posizione comune.

Quest’ultimo è proprio in questi giorni al Cairo, dove ha ricevuto l’incoraggiamento del presidente egiziano Mubarak a consolidare la cooperazione tra le fazioni palestinesi e la formazione di un governo di unità nazionale. Mubarak ha incontrato anche la commissaria europea per le Relazioni Estere, Benita Ferrero Waldner, nel quadro degli sforzi del Quartetto per rilanciare la road map.