ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Senegal al voto per eleggere il nuovo capo dello Stato

Lettura in corso:

Senegal al voto per eleggere il nuovo capo dello Stato

Dimensioni di testo Aa Aa

Quasi cinque milioni di senegalesi si stanno recando alle urne per eleggere il nuovo capo dello Stato. Un voto che ha l’aria di un referendum sull’operato e sulla personalità del presidente uscente, Abdoulaye Wade. A ottant’anni, si dice sicuro di essere riconfermato fin dal primo turno, nonostante in lizza ci siano altri quattordici candidati.

Di fronte a Wade, la cui elezione, sette anni fa, pose fine a quattro decenni di potere socialista nell’ex colonia francese, il capo del Partito socialista Ousmane Tanor Dieng è considerato l’avversario più temibile. Altro concorrente accreditato è Idrissa Seck, un tempo presentato come il “delfino” di Wade, di cui è stato anche primo ministro, ma poi caduto in disgrazia.

In caso di ballottaggio, ha chiarito che non voterebbe per Wade, con il quale dice di non aver stretto alcun accordo segreto. Il Senegal è sovente presentato come la vetrina della democrazia in Africa: Dal 1960, quando diventò indipendente, questa ex colonia non ha conosciuto colpi di stato. Un’immagine che verrebbe offuscata dal sospetto di brogli elettorali, come temono gli oppositori di Wade. Un problema, per un paese notevolmente assistito dalla finanza internazionale.