ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Manifestazione a Kabul a favore dell'amnistia

Lettura in corso:

Manifestazione a Kabul a favore dell'amnistia

Dimensioni di testo Aa Aa

Circa 25 mila afghani hanno manifestato oggi nelle strade di Kabul a sostegno del controverso progetto di amnistia per i crimini di guerra commessi dai ‘mujahddin’ che hanno combattuto i sovietici negli anni Ottanta. La manifestazione si è tenuta all’indomani del varo della legge di amnistia in nome della riconciliazione nazionale della guerra.

L’ex ministro degli Esteri Abdullah Abdullah spiega che si è trattato di una manifestazione di solidarietà nei confronti dei mujahiddin che combatterono prima contro i sovietici e poi sostennero la resistenza per liberare l’Afghanistan da Talibani e al Qaida”.

La legge è in netto contrasto con l’indirizzo delle Nazioni Unite e di organizzazioni umanitarie. Human rights watch aveva chiesto a dicembre l’istituzione di un tribunale per giudicare i criminali di guerra afghani. Rapporto respinto dalle autorità del Paese all’inizio del mese.

La posizione più delicata resta quella del premier Ahmid Karzai. Che se decide di tener conto delle esigenze internazionali e quindi di non promulgare la legge di amnistia rischia di alienarsi il favore dei potenti signori della guerra. Che occupano una posizione importante nella ricostruzione del Paese.

Il loro ruolo fu fondamentale anche durante il recente passato afghano. Prima nella guerra di liberazione contro i sovietici e poi nella guerra civile negli anni Novanta, durante la quale morirono piû di un milione e mezzo di civili. Importante fu ancora il loro ruolo al fianco dell’Alleanza del nord nella presa di Kabul da èarte della Nato.

Oggi molti di questi ex comandanti siedono in parlamento, al fianco di ex comunisti e ex talibani. Secondo molti analisti il 2007 sarà un anno cruciale per il Paese . Spezzano una lancia a favore dell’amnistia che potrebbe aiutare l’Afghanistan a voltare pagina.