ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La lente d'ingrandimento nuova arma nella guerra dei cartelli stradali bilingui

Lettura in corso:

La lente d'ingrandimento nuova arma nella guerra dei cartelli stradali bilingui

Dimensioni di testo Aa Aa

Alla fine Jörg Haider ha ceduto ma a modo suo. La Corte costituzionale dell’Austria aveva ordinato che i cartelli stradali fossero bilingue in tutti i comuni dove c‘è una minoranza slovena di almeno il 10%. Il governatore della Carinzia si era sempre opposto. I pannelli ora sono comparsi ma in dimensioni minuscole rispetto alle scritte in tedesco.

La questione dei cartelli stradali infiamma gli animi nella regione meridionale austriaca da ben 35 anni. La trovata del governatore di estrema destra ora rischia di provocare un nuovo pronunciamento dei supremi giudici di Vienna.

In Austria nelle aree storicamente bilingui, gli appartenenti alle minoranze hanno anche diritto a utilizzare la propria lingua a scuola e nei confronti della pubblica amministrazione.